S. Teresa, condannato a 6 mesi l’uomo che ferì il Cc

SANTA TERESA DI RIVA – Ha patteggiato sei mesi l’uomo che lunedì ha dato in escandescenze nel centro diagnostico di Santa Teresa di Riva ferendo nella colluttazione che ne è seguita per ridurlo alla ragione un carabiniere intervenuto con una pattuglia per evitare il peggio. A.R. di 36 anni di Fiumefreddo ieri in tribunale, dopo avere chiesto scusa ai militari, ha ottenuto dal pm Michele Urso il consenso al patteggiamento. Il giudice monocratico del tribunale di Taormina, Agostino Cisca, lo ha condannato a sei mesi, pena sospesa: doveva rispondere di resistenza, lesioni, ingiurie e minacce. L’episodio di era registrato lunedì poco dopo le 13 presso un ambulatorio privato di via Campo Sportivo, dove l’uomo si trovava avendo accompagnato un congiunto. Spazientito per la lunga attesa e probabilmente sotto l’effetto dei fumi dell’alcol ha cominciato ad infastidire pazienti e personale del centro diagnostico. Sono intervenuti i carabinieri che lo hanno bloccato.

Leave a Response