S. Teresa Riva, l’Arca fuori dalle lobby politiche

S. TERESA DI RIVA – Negli ambienti politici di S. Teresa di Riva si continua a registrare clima di incertezza e confusione in vista delle elezioni amministrative del prossimo maggio. E’ iniziata la fase delle grandi manovre, ma di concreto non c’è ancora nulla. In questo quadro dalle tinte fosche, l’ Arca, rappresentato da Annabella Sgroi e Santo Trimarchi, ha precisato la posizione del Comitato. “L’Arca, in questa fase politica è in riflessione e non sta facendo alcun tipo d’incontro con alcun gruppo politico. Non ci prestiamo – ha sottolineato Annabella Sgroi – a manovre politiche che non ci appartengono. Parleremo in modo chiaro e trasparente. Questa riflessione – ha aggiunto la Sgroi – scaturisce principalmente dal fatto che eravamo contrari alla mozione di sfiducia al sindaco per tutta una serie di motivi: innanzi tutto i cittadini non la volevano e poi perché si è voluto portare avanti una mozione al buio, senza alcun progetto alternativo di garanzia per il futuro della città. Infine va detto a chiare lettere – prosegue la rappresentante dell’Arca – che quanto accaduto avvantaggia solo i vecchi politici e le vecchie logiche politiche perché è sotto gli occhi di tutto che in appena due mesi non si possa realizzare chissà quale progetto politico. Se  si fosse davvero voluto il bene del paese – sostiene Annabella Sgroi – avrebbero prevalso senso di responsabilità e maturità al di sopra delle singole posizioni. Si potevano scegliere delle priorità da parte dell’esecutivo e del Consiglio in modo da portare a termine il mandato. Si potevano fare anche dei consigli aperti con un buon esercizio di partecipazione e democrazia toccando anche temi scottanti quali il Piano regolatore generale che sarebbero stati molto utili alla cittadinanza.
 

Leave a Response