Unione Comuni, due sportelli a difesa dei consumatori

Due consiglieri dell’Unione dei Comuni delle valli Joniche e dei Peloritani, Antonino Muscarello (del gruppo ”Insieme nell’Unione”) e Giacomo D’Arrigo Giacomo (”In Rete nell’Unione”), hanno proposto al presidente dell’Unione Onofrio Santoro e al presidente del Consiglio dello stesso Ente Giuseppe Di Tommaso, l’istituzione di due sportelli per la tutela del consumatore.
”La scorsa settimana – sottolineano D’Arrigo e Muascarello – ad Alì Terme, si è svolto un importantissimo convegno, organizzato dall’Ufficio del Giudice di Pace in collaborazione con le principali organizzazioni del settore, avente ad oggetto la tutela dei consumatori. Durante il convegnno sono emersi importanti elementi che oggi piu’ che mai dovrebbero far riflettere le amministrazioni comunali sul ruolo e sull’importanza che socialmente riveste la complessa e spesso farraginosa materia della tutela del consumatore, che spesso si sente abbandonato a se stesso nell’impari lotta per la salvaguardia ed il rispetto dei suoi diritti. Nel settore della tutela del consumatore – sostengono D’Arrigo e Muscarello –  con l’introduzione recente del Codice del consumo, vengono definiti in modo chiaro i diritti e gli interessi collettivi dei consumatori e degli utenti”.
E Proprio sull’aspetto della tutela in sede locale, nel corso del  dibattito svoltosi ad Alì Terme è emerso in modo inequivocabile il ruolo primario che l’ufficio del Giudice Di Pace, nei limiti delle sue competenze, puo’ svolgere in questo delicato ed importantissimo settore coadiuvato nel suo operare dalle associazioni dei Consumatori, dalla Camera di commercio e dalle amministrazioni locali

 

”Visto che nel territorio dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche – concludono Antonino Muscarello e Giacomo D’Arrigo –  esistono due Uffici del Giudice di Pace,  uno ad Alì Terme, con una competenza territoriale coincidente con il territorio della Valle Del Nisi, e l’altro a Santa Teresa Di Riva con una competenza territoriale coincidente con la Val d’Agro’, è auspicabile che il presidente e la giunta dell’Unione dei comuni Valli Joniche dei Peloritan, avviano un ragionamento serio e costruttivo  con gli uffici del Giudice di Pace di Alì Terme e Santa Teresa Di Riva, in stretta collaborazione con le associazioni di categoria e con la Camera di commercio di Messina per l’istituzione di due sportelli per la tutela del consumatore, ubicati presso gl stessii uffici del Giudice di pace, in modo tale da migliorare la concorrenza, la trasparenza e l’informazione nel mercato, favorendo la qualità dei prodotti e dei servizi e la tutela giuridica e sociale del cittadino- consumatore”.

Leave a Response