S. Teresa. Mozione al sindaco Lo Schiavo, ci siamo?

S. TERESA DI RIVA – Stavolta sembra sia giunto il momento buono per la ”cacciata” dal Palazzo del sindaco Carlo Lo Schiavo. Infatti sembra già pronto il ”foglio di via”(mozione di sfiducia) firmato da 12 consiglieri, numero ”perfetto”, si fa per dire. All’ultimo momento, infatti, stando ad indiscrezioni, Nat Puglisi, l’ago della bilancia, si sarebbe staccato dal gruppo Lo Schiavo. Ma è tutto da verificare e, soprattutto, da concretizzare perché di mozione si parla ormai da qualche anno ma tutti i tentativi alla fine non hanno avuto seguito. A S. Teresa, comunque, al di là delle posizioni politiche, c’è da dire che si vive una realtà politico-amministrativa di sfascio totale, con un sindaco che non può contare in Consiglio su una maggioranza e ciò, ovviamente, non gli consente di svolgere un ruolo propositivo. A subirne le conseguenze la città e i cittadini. Una realtà che si trascina ormai dal giugno 2004 quando Lo Schiavo e il suo schieramento vinsero alla grande le elezioni. Ma si capì subito che qualcosa non girava per il giusto verso anche perché il presidente del consiglio Alberto Morabito ad un certo momento decise di scaricare Lo Schiavo. A nulla sono valsi i tentativi del sindaco per ricomporre la questione anche perché Morabito aveva ed ha un solo obiettivo: quello di mandare a casa anticipatamente Carlo Lo Schiavo,
Adesso Morabito avrebbe i numeri giusti garantiti dai consiglieri Jhony Crisafulli, Sandro Garufi, Nino Prestipino, Felice Di Bartolo, Salvatore Puglisi, Giuseppe Sturiale, Franco Brancato, Carmelo Pagano, Pablo Spadaro, Carmelo Crisafulli, Alberto Morabito, Nat Puglisi. Il passo successivo è quello di portare il ”foglio di via” in Aula affinché venga ufficializzato dal Consiglio. Staremo a vedere. In questa operazione di destabilizzazione c’è anche la compartecipazione di Cateno De Luca, deputato regionale dell’Mpa che, a più riprese, ha manifestato forte dissenso a Carlo Lo Schiavo. Probabilmente De Luca, se si dovesse andare alle elezioni anticipate, andrà a piazzare alcuni suoi uomini di fiducia.

Leave a Response