Contributi a TaoArte: “Posizione Regione pretestuosa”

TAORMINA – L’esponente della direzione ds Giuseppe Messina, in una nota, giudica “inaccettabile e pretestuosa la condizione posta dal Governo regionale per la erogazione in toto del contributo finanziario A Taormina-arte, decurtato del 10 per cento per il prossimo anno, mentre vengono incrementati i fondi per gli altri enti culturali siciliani”. Il problema, prosegue Messina, investe anche l’altro importante ente culturale che è il teatro Vittorio Emanuele ma per TaoArte, addirittura, una simile decurtazione paralizzerebbe questo ente anche ai fini della programmazione”. Ma è assurdo, sottolinea Messina, che la Regione possa condizionare l’erogazione quando si sa che per ben 30 anni, per impedimenti vari, tutto questo non è avvenuto, mentre non può sfuggire che con tutta la buona volontà dei sindaci di Messina, Taormina e del presidente della Provincia, l’iter per la fondazione appare complesso e richiede mesi e mesi se non qualche anno. In un quadro del genere, conclude Giuseppe Messina, quando si scopre che per il teatro Biondo di Palermo, negli anni scorsi, il contributo regionale è più che raddoppiato, occorre che una pressione democratica forte e intransigente ripristini, quantomeno, senza condizione alcuna, il contributo finanziario ai due importanti enti culturali sapendo, oltretutto, che TaoArte è giudicata, a tutt’oggi, la più importante manifestazione culturale del Mezzoggiorno”.

Leave a Response