Alì Terme. Seni scoperti: anziana turista si scandalizza

ALI’ TERME – Quattro seni al vento sulla spiaggia semideserta di Alì Terme hanno scatenato ieri mattina l’irresistibile voglia di ‘’giustizialismo’’, impregnato da eccessivo bigottismo. Come dire: al rogo, al rogo! Quelle due ragazze in topless erano… da legare, da mandare in galera o in un’aula di tribunale. Diciamocelo con franchezza,  ai più sollevare il putiferio è sembrato spropositato, un non senso. Lo ”scandalo”, che ha mosso la cronaca paesana e non solo, è opera di una attempata turista che nel vedere le due giovanissime sdraiate a torso nudo a pochi metri dalla battigia ha lanciato telefonicamente l’allarme ai carabinieri della locale stazione, che in un primo momento, si fa per dire, avranno pensato che il mare fosse infestato da famelici squali o da mostri con enormi branchie. I militari dell’Arma, ligi al loro dovere, anche se un po’ perplessi, hanno accolto la richiesta d’intervento urgente della signora. Una volta sul lungomare, però, i carabinieri non se la sono sentita di scendere in spiaggia. Erano comprensibilmente impacciati, un po’ disorientati. Cosa dovevano dire a quelle due fanciulle che si godevano il sole e la brezza del vento di grecale senza dare fastidio a nessuno? Ed allora che fare? Ci hanno pensato un po’ e alla fine i due militari si sono rivolti ad una vigilessa del comune aliese alla quale hanno chiesto il ” favore” di gestire la situazione per loro inaspettata e per certi versi singolare. Anche lei, la vigilessa, di fronte ad una ‘’visione’’ più che normale, a primo acchito non sapeva il da farsi. Poi ha raggiunto, con tanto di uniforme e fischietto, la spiaggia per dire alla ”denunciante” che quelle due ragazze, peraltro molto armoniose fisicamente, non destavano scandalo e fino a quando sarebbero rimaste lì, lontano da occhi indiscreti, non c’era nessun reato da contestare. L’anziana turista, sempre più convinta che stava assistendo ad uno spettacolo indecente, non si è dato per vinta. Anzi ha rincarato la dose sostenendo che quelle tette scoperte  minavano inoltre la tranquillità dei suoi nipotini. Com’è finita? Carabinieri e vigilessa sono ritornati al loro lavoro per occuparsi di cose più importanti. Le due signorine hanno continuato a prendersi il sole così com’erano, con il seno al… vento. E la turista un po’ permalosa? Ha dovuto spostarsi di qualche decina di metri per evitare eventuali… traumi ai bambini che aveva con sé.

Leave a Response