Sequestrati 70 kg di pesce a Furci Siculo e Roccalumera

FURCI SICULO – Nel corso dell’operazione “Mare Sicuro”, del nucleo pesca – polizia marittima e difesa costiera della Guardia costiera, questa mattina sono state ispezionate e sottoposte a controlli alcune pescheria nei comuni di Furci e Roccalumera. I controlli disposti dal Comandante, Capitano di vascello Antonino Samiani, hanno portato alla elevazione di 3 verbali amministrativi di 1166 euro ciascuno per mancata etichettatura del pescato posto in vendita in violazione alle recenti direttive comunitarie di trasparenza sulla provenienza e qualità del pesce. Nel corso dell’ operazione, del nucleo pesca polizia marittima della Guardia costiera (composto dal sotto tenente di vascello Fernandez e dal Sottocapo Triglia) sono stati sequestrati circa 70 kg di pescato misto (Alalunga, sauri, ope, occhiate, spatola, palamiti) posto in vendita senza che lo stesso avesse un documento che ne attestasse la provenienza.
I controlli eseguiti sono mirati al rispetto delle normative comunitarie e nazionali in materia di controllo dell’ etichettatura e del pescato sottomisura, il tutto finalizzato ad eventuali frodi alimentari ai danni del cittadino. Il pesce seuqestrato, dopo l’autorizzazione sanitaria del medico veterinario della Asl 5 di Messina, è stato devoluto in beneficenza all’Istituto Sant’Antonio di Messina.

Leave a Response