Masso sull’autostrada: identificati gli assassini

Omicidio volontario per aver lanciato un masso da un cavalcavia. Questa l’accusa che i magistrati potrebbero rivolgere a breve a due componenti del ”branco” di dieci giovani tra i 16 e i 23 anni, coinvolti nell’agosto dello scorso anno in Ciociaria, nel lancio da un cavalcavia dell’autostrada di un masso di tufo del peso di 41 chilogrammi, sull’autostrada del Sole in prossimità del comune di Villa Santa Lucia, poco distante dal casello di Cassino. Una ‘bravata’ che costò la vita a Natale Gioffrè, l’operaio operaio di 46 anni, di Messina, ma residente a Torino, e ferì gravemente il figlio Francesco, di 15 anni, mentre, insieme ad altri due amici, erano a bordo di una Golf e stavano andando in Calabria per trascorrere un periodo di vacanza. Le indagini sono condotte dalla Squadra mobile di Frosinone e coordinate dalla procura della repubblica di Cassino si sono chiuse con il deposito di una dettagliata informativa.

Leave a Response