Messina, è morto l’uomo che aveva ”segato” la moglie

BARCELLONA POZZO DI GOTTO – È morto al Policlinico di Messina Rosario Mastroieni, il pensionato che giorni addietro aveva ucciso la moglie, Maria Messina, mutilandola con una motosega e poi si è gettato tra le fiamme che aveva appiccato in un casolare del torrente Mela, in contrada Femminamorta di Barcellona Pozzo di Gotto. L’uomo, 66 anni, era ricoverato al Policlinico di Messina nel reparto di terapia intensiva. I medici avevano accertato che oltre alle ustioni gravissime su tutto il corpo, aveva anche alcune ferite da coltello, arma ritrovata nel cortile in cui è avvenuta la tragedia. La polizia scientifica deve accertare se le ferite siano state causate dall’estremo tentativo della moglie di difendersi dall’aggressione del marito oppure se sia stato egli stesso a colpirsi prima di gettarsi tra le fiamme.

Leave a Response