S. Teresa Riva. Duro attacco di Città Nuova al sindaco

SANTA TERESA DI RIVA – Il gruppo ”Città nuova” ha divulgato un documento d’accusa sull’operato politico-amministrativo del sindaco Carlo Lo Schiavo. Ne Pubblichiamo l’intero contenuto: ”Il Sindaco senza consenso ha disatteso il programma di “Città Nuova”, progetto che i cittadini di S.Teresa di Riva hanno scelto nel 2004 a larghissima maggioranza.
INFATTI
– Dopo aver cancellato il Difensore Civico, a servizio dei cittadini deboli
– Dopo avere declassato la Segreteria del Comune
– Dopo essere riuscito in meno di un anno a guadagnarsi una “mozione di sfiducia”
– Dopo essere riuscito a perdere l’ampia maggioranza consiliare eletta e voluta dalla volontà popolare
– Dopo avere revocato tre assessori legittimamente designati, sostituendoli con illustri sconosciuti o con personaggi sconfitti dalle urne.
– Dopo avere attuato un ribaltone finalizzato solo a raccattare, conservare e tutelare la poltrona di €. 2.300/oo mensili.
–  Dopo essere riuscito a bloccare i progetti per la raccolta delle acque fognarie del Torrente Porto Salvo, la sifonatura delle caditoie delle nostre strade, la collocazione a costo zero dei semafori sul Lungomare, la riqualificazione del Lungomare, il completamento delle piazzette a Torrevarata, la ristrutturazione della scuola media, l’incarico per il Piano Regolatore.
– Dopo aver dimostrato totale disinteresse e menefreghismo verso il problema dell’elettrosmog, causato dall’installazione selvaggia, nei quartieri del nostro paese, di antenne della telefonia mobile. E’ problema che preoccupa ed allarma molto la cittadinanza perché mette a rischio la salute, tanto da indurre associazioni, semplici cittadini e Consiglio Comunale ad intervenire in vario modo per esternare il proprio dissenso.
– Dopo avere tradito le aspettative degli operatori ecologici del nostro Comune, abbandonandoli al loro destino, nonostante le sollecitazioni dei Sindacati di categoria e del Consiglio Comunale
STA REALIZZANDO
– La distruzione della nostra spiaggia e una baracca prefabbricata per ospitare i NOSTRI BAMBINI della scuola materna, in una area destinata a parcheggio e senza vie di fuga, sperperando ben €.. 82.000/oo che invece dovevano essere utilizzate per dare risposte concrete a legittime richieste dei cittadini.
Il progetto di “Città Nuova” ha previsto e prevede la ristrutturazione del plesso scolastico di Bucalo ove la somma necessaria di €.. 850.000/oo stanziata dalla Regione Sicilia giace da due anni inutilizzata nelle casse comunali,
Come mai il Sindaco non è riuscito in questi anni a iniziare i lavori di ristrutturazione ?
Forse, come dichiarato in Consiglio da un consigliere prima di transumare nella congrega salvapoltrona del primo cittadino, il Sindaco è impegnato a programmare e realizzare solo “feste e festini, balli e balletti e casini”, dimenticandosi della realtà che lo circonda e degli impegni assunti in campagna elettorale,
Lo smantellamento della struttura amministrativa del palazzo comunale in relazione all’Ordinamento degli Uffici e dei servizi senza consultare né i Sindacati, né il Consiglio Comunale come previsto dalle norme vigenti. Tale azione ha creato e crea in tutti gli impiegati uno stato di grande disagio e di preoccupazione per il loro futuro.
Questa irresponsabile decisione ha lasciato il Comune per 15 giorni senza i Responsabili di Settore con conseguenze negative sulla Cittadinanza e, soltanto, in data 15-6-2006 con Determina sindacale n. 37, tutti i poteri sono stati accentrati nelle mani del Segretario Comunale che notoriamente è l’esecutore materiale delle stravaganti iniziative del Primo Cittadino.
IL GRUPPO DI CITTA’ NUOVA denuncia l’improvvisazione, la megalomania, la superficialità e la scelleratezza che TRADISCONO e deludono gli elettori che ci hanno dato il loro consenso per amministrare la Città di S.Teresa di Riva in modo nuovo, trasparente e partecipativo”.

FIRMATO
MORABITO ALBERTO
ALLEGRA MIMMO
LENZO CARMELO
RIFATTO PAOLA
CRISAFULLI CARMELO
PAGANO CARMELO
SPADARO PABLO

Leave a Response