Furci Siculo. Inaugurata la sala mensa all’Elementare aspettando il servizio refezione

FURCI – E’ stata inaugurata la sala mensa della scuola primaria di Furci.  I bambini potranno adesso utilizzare i nuovi locali per consumare comodamente seduti, in un ambiente idoneo, i pasti. Che però sono costretti a portarsi da casa. Sì, perché da anni nella scuola elementare di Furci il servizio di refezione scolastica non è attivo. Una grave mancanza che la nuova amministrazione del sindaco Matteo Francilia intende colmare al più presto. Il primo passo è stato quello di acquistare – per una spesa di circa 5mila euro – tavoli e sedie per arredare i locali. Dal prossimo anno si penserà ad assegnare il servizio. La sala mensa è stata inaugurata mercoledì mattina, alla presenza della dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Roccalumera, Mirella Guta, del sindaco Francilia (accompagnato dai componenti della Giunta e dal consigliere delegato alla Pubblica istruzione, Rosanna Garufi) e del parroco, padre Massimo Briguglio, che ha benedetto i locali. Nell’occasione gli amministratori hanno rivolti ai piccoli alunni gli auguri per le prossime festività pasquali. “è stata una giornata meravigliosa – ha commentato il sindaco Francilia – trascorsa con i nostri fantastici bambini. Prima siamo passati a trovarli per fargli gli auguri di buona Pasqua, consegnando loro le uova, infine abbiamo inaugurato, insieme alla dirigente scolastica, alle maestre e a padre Massimo Briguglio la sala mensa”. Francilia ha anticipato che nei prossimi giorni incontrerà nuovamente la dirigente “per stabilire la programmazione della mensa per il prossimo anno scolastico”. “Intanto – ha evidenziato il primo cittadino – i bambini potranno già usufruire di questi spazi ben arredati. Gli impegni si mantengono: questo è solo il primo passo in avanti dopo tanti anni di assenza della mensa. La costruzione di una buona società inizia dalla scuola, ecco perché i nostri bambini e i nostri ragazzi sono in cima all’agenda politica dell’amministrazione comunale”.

Leave a Response