Messina ha dato l’estremo saluto ad Alessandra Musarra

MESSINA – Una cattedrale gremita e tanta commozione. Si potrebbe sintetizzare così la giornata vissuta a Messina. La città, infatti, ha dato l’estremo saluto ad Alessandra Musarra, la 29enne uccisa nel villaggio di Santa Lucia dal suo fidanzato, il 26enne Cristian Ioppolo, lo scorso 7 marzo. La cerimonia funebre è stata officiata da monsignor Giuseppe La Speme. In tantissimi hanno indossato una maglia con su stampata una foto raffigurante Alessandra. Straziante il pianto e le urla della madre della sfortunata ragazza, che hanno accarezzato le spesse mura del duomo di Messina. È stata, infatti, la stessa famiglia Musarra a voler celebrare le esequie in Duomo invece che nella chiesa parrocchiale di Santa Lucia. Presenti il vicesindaco di Messina ed il Prefetto della Città dello Stretto. Scroscianti applausi, volti rigati dalle lacrime ed il lancio di palloncini rosa hanno salutato l’uscito del feretro di Alessandra dal Duomo. Una giornata intensa e commovente che ha visto l’intera città di Messina stringersi intorno alla famiglia ed agli amici della 29enne. 

Leave a Response