Catania, festa di Sant’Agata. A Salvatore Aranzulla la “Candelora d’oro 2019”

CATANIA – Sicuramente ognuno di noi, almeno una volta, ha letto su internet i suoi tutorial. Magari, perchè alla ricerca di modi per convertire un video o ritoccare una foto o, più semplicemente, per riportare il proprio pc alle impostazioni di fabbrica. E lui, tramite il suo sito, è sempre corso in aiuto agli utenti. Un premio, quindi, più che meritato per Salvatore Aranzulla, originario di Caltgirone, che sarà insignito della “Candelora d’oro 2019”, evento organizzato dal comitato per i festeggiamenti agatini, presieduto da Francesco Marano, e che si inserisce nel programma per la festa di Sant’Agata, patrona di Catania, che ogni anno richiama nellla città etnea tantissimi fra fedeli, turisti ed occasionali visitatori. La consegna del premio, di cui lo scorso anno era stato insignito il noto showman Rosario Fiorello, si svolgerà sabato sera nel cortile interno di Palazzo degli Elefanti, sede del comune di Catania. All’evento saranno presenti le autorità religiose, con in testa l’Arcivescovo Salvatore Gristina, e quelle civili con il neo sindaco Salvo Pogliese. La serata del 2 febbraio culminerà con l’omaggio floreale all’imponente statua raffigurante Sant’Agata, che sovrasta la facciata della cattedrale, ad opera dei vigili del fuoco, e darà ufficialmente il via alla tre giorni dedicata alla vergine e martire catanese. Domenica 3, infatti, è in programma, nel corso della mattinata, la tradizionale processione per l’offerta della cera e la sfilata, lungo via Etnea, delle carrozze del senato. In serata, in piazza Duomo, le cantate in onore di Sant’Agata, cui farà seguito lo spettacolo piromusicale e pirotecnico e cura della ditta dei fratelli Vaccalluzzo. Lunedì 4, di buon mattino, l’uscita del busto reliquiario di Sant’Agata dal sacello e celebrazione della Santa Messa dell’Aurora, al termine della quale prenderà il via il giro esterno del fercolo della Santa. Martedì 5, solennità liturgica della Patrona di Catania, in mattinata sarà officiato il Solenne Pontificale che, quest’anno, sarà presieduto da Monsignor Francesco Montenegro, Vescovo di Agrigento. Nel pomeriggio, l’uscita delle reliquie di Sant’Agata dalla cattedrale ed avvio del giro interno lungo via Etnea. Il rientro del fercolo, ormai da anni, è previsto nelle prime ore del 6 febbraio.

Leave a Response