Messina. Saldi in anticipo e prezzi ingannevoli, la Gdf riscontra numerose irregolarità

MESSINA – In occasione dei saldi del periodo invernale, la Guardia di Finanza di Messina sta eseguendo una serie di controlli nei negozi della città per verificare la regolarità degli sconti effettuati e delle vendite di fine stagione. Dopo un attento monitoraggio, sono state individuate numerose irregolarità di carattere amministrativo: è stato riscontrato, infatti, che alcune attività commerciali hanno anticipato i saldi rispetto al periodo consentito, a danno della concorrenza; altre, invece, non hanno esposto correttamente i prezzi, traendo in inganno la clientela. I commercianti che hanno anticipato i saldi rispetto alla data del 2 gennaio, violando le norme a tutela della leale concorrenza fra le imprese, rischiano ora pesanti sanzioni, da 1.300 euro a 4.000 euro.
L’attività delle Fiamme Gialle si inserisce nel piano di intensificazione dell’azione di contrasto all’economia illegale. I controlli proseguiranno per tutto il periodo dei saldi, a tutela dei cittadini e dei commercianti onesti. Sul sito internet della Guardia di Finanza (www.gdf.it), nella parte dedicata ai “servizi per il cittadino”, sono presenti alcuni consigli utili per affrontare il periodo dei saldi in modo sicuro.

Leave a Response