Guardia Costiera, il bilancio di “Estate sicura”: multe per 31 mila euro nella zona jonica

La stagione estiva si avvia al termine e arriva il bilancio dell’operazione “Estate sicura” messa in atto dalla Guardia Costiera. Particolare interesse è stata posta nei riguardi delle attività commerciali del diporto, attività che caratterizza in maniera significativa il tratto di litorale di Giardini e Taormina e rispetto alla quale è stata assicurata una costante vigilanza per contrastare i possibili fenomeni di abusivismo e per tutelare gli standard di sicurezza. Numerosi sono stati i verbali a unità da diporto sorprese a navigare o sostare nelle zone normalmente destinate alla balneazione e ai conduttori che trasportavano un numero di passeggeri maggiore a quello consentito dal certificato di sicurezza.
Sono stati effettuati inoltre numerosi controlli inerenti il possesso e la regolarità della documentazione di bordo necessaria per la navigazione e la presenza a bordo delle dotazioni di sicurezza prescritte nell’ambito sia del diporto “privato” che delle unità adibite a “noleggio e locazione, a seguito del quale sono stati rilasciati gli ormai noti Bollini blu, introdotti con la Direttiva del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, da posizionare sulle unità allo scopo di evitare “duplicazioni” nei controlli in mare.
Nel corso dell’attività di vigilanza sono stati effettuati 704 controlli, contestando 190 Illeciti Amministrativi per un importo di 31mila euro. Sette sono state le persone deferite alla Procura della Repubblica per vari reati ambientali e demaniali per occupazioni non autorizzate, perpetrate attraverso beni di facile rimozione a carattere stagionale (installazione di strutture prive di concessione e/o in ampliamento alle dimensioni della concessione e/o in difformità alla tipologia dell’utilizzo previsto dal titolo concessorio). Sono stati inoltre eseguiti tre sequestri penali.

Leave a Response