Taormina. Morte Valentina, la magistratura apre un’inchiesta. In settimana l’autopsia

TAORMINA. La famiglia Carella, straziata dal dolore, vuole capire cosa sia realmente accaduta a Valentina, la 33enne morta al Policlinico di Messina all’indomani di un intervento al setto nasale. Un intervento che avrebbe dovuto essere di routine per i medici dell’ospedale messinese ma che invece si è rivelato fatale per Valentina. Il suo piccolo Tommaso, di soli due anni e mezzo, il marito carmelo, i genitopri e la sorella Chiara non si danno pace ed hanno sporto denuncia. La manistratura ha dunque aperto un’inchiesta per capire l’esatta dinamica che ha portato alla morte della giovane donna, stimata e conosciuta a Taormina e figlia dell’ex assessore ai lavori pubblici Tanino Carella.  La salma di Valentina è stata posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’Azienda ospedaliera universitaria del Policlinico di Messina ha espresso “il proprio cordoglio ai familiari”. Il direttore sanitario, Paolina Reitano, ha deciso di nominare una Commissione di verifica, “per accertare quanto accaduto”. L’Azienda ha fatto sapere in una nota che “offrirà piena collaborazione all’Autorità giudiziaria, affinché possa essere fatta chiarezza sulla vicenda”.

L’autopsia sul corpo della 33enne taorminese sarà eseguita nella prossima settimana: lunedì per l’esattezza verranno nominati i periti, nei giorni successivi dovrebbe essere effettuato l’esame autoptico che rivelerà quanto è realmente accaduto. Poi, quando l’Autorità Giudiziaria renderà libera la salma, si potranno tenere i funerali. Valentina era stata operata nella mattina di giovedì nel reparto di otorinolaringoiatria: un intervento al setto nasale. Poi le improvvise complicanze, il come farmacologico nella mattina di giovedì ed il decesso nel pomeriggio. Una tragedia che ha sconvolto la famiglia, travolta da un dolore straziante anche pe ril piccolo Tommaso che mai più rivedrà la sua mamma. Vite stroncate e destini segnati per sempre in una Taormina, ancora incredula e adesso pronta per dare l’ultimo commosso saluto a Valentina.

 

 

 

 

 

Leave a Response