S. Alessio. Il vicesindaco Santoro rimette le deleghe: “Nessun problema con Foti, atto concordato”

S. ALESSIO – Rimpasto in vista nella Giunta del sindaco Giovanni Foti. Ieri il vicesindaco Franco Santro ha rimesso tutte le deleghe per consentire al primo cittadino di avviare la ridistribuzione degli incarichi. “Nessuna problema con il sindaco – ha voluto chiarire questa mattina Santoro – ma semplicemente la constatazione di non riuscire ad portare avanti il mio impegno in così tanti ambiti”. Santoro, oltre alla delega di vicesindaco (che ha mantenuto), deteneva quelle a Lavori pubblici, Urbanistica, Territorio, Igiene e Sanità pubblica, Istruzione, Cultura, Bilancio, Tributi, Viabilità, Polizia municipale, Personale e Sport. “Ho molto lavoro da fare in questo periodo e quindi non riesco a seguire tutto con la dovuta attenzione – ha aggiunto Santoro – Per questo motivo, di comune accordo con il primo cittadino, ho deciso di riconsegnare tutte le deleghe che saranno poi ridistribuite. Si è trattato di un passaggio interno”. Il rimpasto delle deleghe dovrebbe essere completato nell’arco di una settimana ma si vocifera che potrebbero esserci novità anche nella composizione della Giunta. “Su questo, onestamente, non so rispondere”, si limita a commentare il vicesindaco.
Santoro, intanto, non sta facendo mancare il suo impegno per l’Amministrazione santalessese. L’emergenza più impellente da affrontare è quella relativa ai rifiuti. Gli autocompattatori dell’Ato Me4 infatti trovato sbarrate le porte discarica di Catania. Lo stop al conferimento è legato ad un debito di oltre 3 milioni e mezzo di euro accumulato dalla società d’ambito nei confronti del gestore del sito. A S. Alessio, pur essendo attivo il servizio di raccolta “porta a porta” dei rifiuti, da lunedì potrebbe scattare l’emergenza. Questa mattina Santoro ha incontrato i colleghi amministratori di Letojanni e Giardini Naxos, con i quali sta cercando una soluzione. L’ipotesi sul tavolo e di chiedere il conferimento diretto in discarica, senza passare attraverso l’Ato. “Non possiamo pagare le colpe di altri comuni che non versano da tempo quanto dovuto. Noi, con grandi sacrifici – conclude Santoro – siamo quasi in regola con tutti i pagamenti all’Ato”.

Leave a Response