Alì Terme. Sicilia Vera brancola nel buio e sceglie … di non scegliere

ALI’ TERME –  Il rischio è quello di sprofondare nell’immobilismo politico che favorirà, indirettamente, alcuni candidati. Eppure sembra questo il destino del piccolo centro termale dove si decide di non decidere. Accade nel comitato cittadino di Sicilia Vera che, al suo interno, fa ostruzionismo nei confronti del possibile candidato sindaco Francesco Gregorio: sul suo nome il gruppo si è spaccato e dopo il “no” di Grazia Magazzu’ tra poco scatterà il “liberi tutti”. Anche se, a quanto pare, ci sarebbero contatti ravvicinati tra qualche membro di Sicilia Vera e la lista Giaquinta. Qualche membro dei  deluchiani non ha mai nascosto la volontà di convergere sul nome del manager romano. Ma non si trova la sintesi neanche su questo ipotetico percorso. Tra indecisioni e spaccature il comitato evita di fare scelte avventate. O meglio, evita di fare scelte. E Gregorio rimane a guardare non potendo contare sull’appoggio dei suoi: tra delusione e attesa l’ex consigliere comunale e’ indeciso sul da farsi. A sostegno di Gregorio ci sono i fedeli ex consiglieri di maggioranza: Rita Cicala e Giovanna Manganaro che da sempre spingono per la candidatura a sindaco dell’ex di minoranza. Ma il seguito dei dissidenti non basterebbe a sostenere la volata di Gregorio verso palazzo municipale. Anche in casa Marino regna incertezza: si lavora alla composizione della lista ma al momento non i sono certezze. L’uscente Giuseppe Marino rimane il candidato sindaco ufficiale ma a quanto pare le velleità da primo cittadino di Tommaso Micalizzi non sarebbe sopite. Che voglia fare le scarpe al sindaco ?

Leave a Response