S. Teresa. Strisce blu sul lungomare, il sindaco: “Necessarie per una comunità in crescita”

S. TERESA – I parcheggi a pagamento sul lungomare, previsti per la prossima estate, animano il dibattito cittadino. Dopo l’interrogazione della minoranza, che ha chiesto la costituzione di un tavolo tecnico per adottare le soluzioni migliori, sull’argomento è intervenuto il sindaco Danilo Lo Giudice. “La prima cosa prima di poter parlare di strisce blu sul lungomare – spiega – è quella di ricevere il nulla osta da parte del demanio. Abbiamo avviato le procedure ma non sappiamo se avrà esito positivo o negativo. Una volta ottenuto quello, si potrà procedere…”. Lo Giudice ha chiarito che sarà soltanto una la corsia di sosta a pagamento, quella lato monte. “Partendo dal presupposto che secondo quanto previsto dalla legge, dobbiamo lasciare almeno il 50% dei posti liberi, si può adibire solo una corsia a parcheggi a pagamento. Con la sola corsia lato monte destinata alla sosta a pagamento, fare i pass per i residenti vorrebbe dire rilasciare oltre 4000 pass e quindi non avrebbe alcun senso fare la sosta a pagamento, per garantire la rotazione delle auto, perché significherebbe che l’intera corsia di parcheggi a pagamento sarebbe sempre totalmente occupata con i pass residenti…tanto vale non farli”, ha aggiunto Lo Giudice. Il primo cittadino ha sottolineato che il Comune non ha l’esigenza di fare cassa. “Bisogna avere la maturità di capire che alcune necessità per una comunità che è cresciuta in modo esponenziale, soprattutto negli ultimi anni, sono indispensabili. E la necessità di mettere un minimo di servizi a pagamento diventa fondamentale, perché unico modo per fare turismo sano, intelligente e vivibile… non il classico mordi e fuggi”.

Leave a Response