Roccalumera. Sicilia Vera, Genrazione 2.0 e opposizione, un matrimonio che non s’ha da fare

ROCCALUMERA. A due mesi dalle amministrative sembra surreale il silenzio che regna a Roccalumera, dove il fidanzamento a 3 tra Sicilia Vera, Generazione 2.0 e il gruppo che fa riferimento a Francesco santisi, non s’ha da fare. O meglio, ha subito uno stop momentaneo, forse momentaneo. L’idillio sembra essersi fermato, neanche a dirlo, sulla scelta del candidato sindaco. I contendenti sarebbero 3: Pippo Lombardo, che ha ottenuto i 2/3 dei consensi del comitato cittadino di Sicilia Vera e ne è dunque il naturale candidato, Francesco Santisi supportato dall’uscente gruppo di minoranza e Carmelo Stracuzzi leader Generazione 2.0. Il candidato ideale, che potrebbe mettere tutti e 3 le anime d’accordo, potrebbe essere individuato anche al di fuori di questi 3 nominativi. Al momento non sembra essersi trovata la sintesi, anche se Pippo Lombrado sottolienea: “Per quanto mi riguarda non ho la pretesa di essere io il candidato sindaco. Bisognerà però trovare un nome che metta tutti d’accordo, che unisca”. Dal fronte Santisi al momento nessuna novità: gli avvicinamenti tra il leader della minoranza e il deputato regionale Cateno De Luca non sembrano aver sortito effetto ed anche il possibile tesseramento di Santisi a Sicilia Vera, mossa che ne avrebbe legittimato il sostegno da parte del comitato, sembra essere sfumato. Intanto Lombardo ha le idee chiare: “Se tutti e tre i gruppi non troveranno l’intesa, Sicilia Vera non scendererà in campo a Roccalumera. Non ho intenzione di proseguire il percorso in solitaria. La nostra unione – dice Lombardo – sarà la nostra forza per contrapposrci all’amministrazione Argiroffi”. Lombardo è determinato aprocedere sul percorso tracciato: “Entro la settimana – conclude – si dovrà trovare la quadra sul nome del candidato”. Ed intanto Argiroffi se la guarda dalla finestra e prosegue spedito la sua campagna elettorale

Leave a Response