Nizza. Viaggio istituzionali, la minoranza: “Quanto sono costati e chi ha partecipato?”

NIZZA – Un’autentica pioggia di interrogazioni firmate dal gruppo di minoranza si è abbattuta sull’Amministrazione comunale. Nel mirino di “RinnoviAmo Nizza” non è finita soltanto la revoca del bilancio di previsione. I consiglieri Giovanni Vega (capogruppo), Carlo Gregorio e Nella Foscolo intendono fare chiarezza su numerosi argomenti, chiedendo al presidente del Consiglio, Carmelo Miceli, che gli stessi vengano dibattuti nell’ambito della prossima riunione (fissata per giovedì prossimo). Si passa dagli impianti fotovoltaici installati sulle strutture pubbliche ai viaggi istituzionali del sindaco e di alcuni componenti dell’Amministrazione, dai servizi cimiteriali ai lavori nel palazzo Interdonato, dalle borse lavoro alla richiesta di rinunciare alle indennità. Un pressing che arriva in un momento complicato per il sindaco Piero Briguglio, la cui Giunta nei giorni scorsi è stata costretta a revocare il bilancio di previsione, appena approvato, in seguito ad alcune criticità rilevate dalla sezione di controllo della Corte dei Conti. Riguardo i recenti viaggi istituzionali organizzati dall’Amministrazione comunale, l’ultimo proprio nei giorni scorsi in Argentina, il gruppo di minoranza intende fare piena luce “non avendo rinvenuto – scrivono i tre consiglieri – adeguata documentazione sull’albo pretorio”. Si tratta di due viaggio risalenti al 24 ottobre 2017 e al marzo di quest’anno e delle cui delegazioni l’opposizione non è riuscita ad avere contezza. Per queste ragioni, “RinnoviAmo Nizza” chiede al sindaco Briguglio quasi siano stati i criteri di scelta delle due destinazioni,  gli estremi delle due delibere della Giunta autorizzanti l’utilizzo dei fondi per l’organizzazione dei viaggi, il capitolo di bilancio cui sono stati imputati gli stessi fondi, l’ammontare del costo di ciascun viaggio e quali siano state e quali saranno le ricadute positive previse per il paese di Nizza. L’opposizione si riserva, dopo per aver analizzato tutta la documentazione, di rivolgersi gli organi di controllo competenti se ciò dovesse risultare necessario.

Leave a Response