Nizza di Sicilia. Bilancio revocato, la minoranza chiede le dimissioni dell’assessore Isaja

NIZZA – Diventa un caso politico la revoca del bilancio di previsione formalizzata dalla Giunta. Dopo aver espresso grave preoccupazione per la situazione finanziaria dell’ente e presentato un’interrogazione sull’argomento, il gruppo di minoranza ha ufficialmente chiesto la convocazione del Consiglio comunale per discutere “le gravi inadempienze, violazioni e omissioni rilevate dalla Corte dei Conti sui bilanci comunali del rendiconto 2015 e 2016 e di previsione 2016-2018”. Ma i consiglieri del gruppo “RinnoviAmo Nizza” vanno oltre chiedendo anche le dimissioni dell’assessore al Bilancio, Concita Isaja, del presidente della Commissione Bilancio, Agatino Di Blasi, e del capogruppo di maggioranza, Alessandro Interdonato. Secondo Giovanni Vega, Carlo Gregorio e Nella Foscolo, infatti, ci sono chiare responsabilità nella vicenda da parte dell’Amministrazione comunale. La richiesta di convocazione del consiglio comunale è stata inoltrata al sindaco Piero Briguglio, alla segretaria comunale, Giuseppa Puglisi, e al presidente del Consiglio comunale, Carmelo Miceli. Nell’interrogazione protocollata nei giorni scorsi in municipio, invece, il gruppo di minoranza ha chiesto che “l’argomento venga inserito all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale per la discussione, affinché il sindaco e il revisore dei conti  relazionino, e per ogni eventuale chiarimento e precisazione”. Agli organi competenti, l’opposizione ha chiesto la consegna, in tempi utili, di una relazione scritta “corredata da ogni documento necessario ed indispensabile all’esaustiva analisi e di ogni altro atto di cui la l’Amministrazione vorrà dare contezza”. Chiarezza sulla situazione finanziaria dell’ente, alla luce delle comunicazioni della Corte dei Conti, è stata chiesta nei giorni scorsi anche dal consigliere indipendente Rosita Naclì.

Leave a Response