Rinforzati i controlli del territorio: tre arresti dei carabinieri a S. Alessio, Giardini Naxos e Taormina

TAORMINA – In tre diverse operazioni i carabinieri della Compagnia di Taormina hanno arrestato un uomo per detenzione ai fini di spaccio di droga, un altro per aver violato gli obblighi della sorveglianza speciale, mentre un terzo soggetto è stato colpito da un ordine di carcerazione.

La prima operazione è stata condotta dall’Aliquota Operativa della Compagnia insieme ai colleghi della stazione di Sant’Alessio ed ha portato all’arresto del 70enne Orazio Miceli. I militari, che già da tempo erano sulle tracce dell’uomo, hanno bloccato il pusher a bordo di uno scooter elettrico sottoponendolo a perquisizione personale e domiciliare. Nel corso delle attività i carabinieri hanno trovato della cocaina all’interno della tasca dei pantaloni e una cospicua somma di denaro suddivisa tutta in tagli da 50 euro, probabile provento dell’attività illecita. Ulteriore perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire diversi grammi di sostanza bianca verosimilmente finalizzata al taglio della droga oltre che vari pezzi di carta stagnola ed un bilancino di precisione.

L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato.
A Giardini Naxos i carabinieri hanno arrestato il 30enne Costantino Talio per violazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Il giovane è stato sorpreso al di fuori del proprio domicilio ed alla guida della sua vettura con patente revocata. Anche in questo caso espletate le formalità di rito l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Infine a Taormina i carabinieri della stazione di Graniti hanno dato esecuzione ad un ordinanza per la carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina nei confronti di Davide Bonanno, 42 anni. L’uomo deve espiare una pena residua di anni 2 mesi 4 oltre al pagamento delle spese pecuniarie poiché ritenuto responsabile dei reati di ricettazione, truffa e sostituzione di persona commessi nel mese di luglio del 2010. Bonanno è stato condotto nel carcere di Messina Gazzi.

Leave a Response