Fiumedinisi, Revoca fondi metano: Tar di Palermo accoglie domanda di sospensione del Comune

FIUMEDINISI. (Ampio servizio e intervista al sindaco Giovanni De Luca nell’edizione del Tg90 del 13 marzo). Il Tribunale amministrativo regionale per la Sicilia di Palermo (sezione prima, presidente Calogero Ferlisi, estensore Roberto Valenti) ha accolto la domanda di sospensione proposta dal Comune di Fiumedinisi (rappresentato dall’avvocato Carmelo Moschella) sul ricorso inerente il decreto del dirigente generale del dipartimento regionale dell’Energia n. 968 del 6 novembre 2017 (nonché della nota n. 45950 del 7 dicembre 2017) con il quale è stato rettificato (mediante parzialmente revoca con conseguente richiesta di pagamento di restituzione dell’importo di 208mila 91 euro e 54 centesimi) il contributo riconosciuto ed erogato al Comune di Fiumedinisi con il ddg n. 493 del 2 luglio 2014 per la realizzazione e la gestione della rete di trasporto e distribuzione del gas metano nel territorio del bacino denominato “Sicilia-jonico-peloritano”. I giudici del Tribunale palermitano, ad un sommario esame, hanno ritenuto alcuni dei motivi di censura dedotti dal Comune di Fiumedinisi supportati da sufficienti profili di fondatezza tali da indurre ad una ragionevole previsione sull’esito favorevole del ricorso, per cui hanno sospeso l’efficacia del provvedimento impugnato e fissato per la trattazione di merito del ricorso la prima udienza pubblica del mese di marzo 2019.

Leave a Response