“Comunicare l’antico”. Ritornano al Museo Archeologico di Giardini Naxos gli appuntamenti per promuovere la cultura classica

Ritorna l’appuntamento con Comunicare l’antico. Conversazioni al Parco archeologico di Naxos, progetto ideato e promosso dal Parco Archeologico di Naxos-Taormina e dal Festival NaxosLegge, con la collaborazione dell’Archeoclub Giardini Naxos-Taormina-Valle Alcantara. L’obiettivo è quello di promuovere la conoscenza e la divulgazione della cultura classica mostrandone, attraverso i linguaggi dell’arte, della letteratura e del teatro, l’attualità e i legami con il presente. Due gli incontri previsti per il mese di gennaio. Si parte domani, domenica 21 gennaio, alle 17, dal Museo Archeologico di Giardini Naxos con una conversazione su L’Omphalos e lo Scriptorium. Dopo i saluti del direttore del Parco Archeologico di Naxos- Taormina, Vera Greco, interverranno Anna Bene e Ketty Tamà del Lions Club Letojanni- Valle d’Agrò, Marco Saetti, sindaco di Casalvecchio Siculo, Filippo Brianni, presidente dell’Archeoclub Area Ionica Messina e Fulvia Toscano, direttore artistico di NaxosLegge, per discutere della rifondazione digitale della perduta biblioteca dell’Abazia dei SS Pietro e Paolo d’Agrò di Casalvecchio Siculo. Lunedì 29 gennaio, sarà proposto l’incontro Lighea. Il mito, la Sirena che vede come protagonista il libro-catalogo della mostra dedicata al racconto “Lighea” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. A presentare il volume al Museo Archeologico di Giardini Naxos, dopo i saluti di Vera Greco, direttore del Parco Archeologico di Naxos-Taormina, la scrittrice e curatrice del catalogo, Marinella Fiume, l’artista e autore della mostra, Alessandro La Motta, la coautrice e referente per Augusta di NaxosLegge, Mariada Pansera. Coordina Fulvia Toscano, direttore artistico di Naxos Legge.

Leave a Response