S. Teresa. Sicurezza nelle scuole, la minoranza insiste: “Il sindaco mostri gli atti”

S. TERESA – A due mesi dalla richiesta di atti inoltrata in municipio, il gruppo di minoranza ha diffidato il sindaco, Danilo Lo Giudice, affinché provveda al più presto al rilascio dei documenti, “avvertendo sin da ora che – si legge nella diffida – qualora permanga l’inerzia ad oggi registrata si vedrà costretto a provvedere di conseguenza”. La lettera di sollecito è stata inviata per conoscenza anche al Prefetto. La vicenda nasce da un’interrogazione presentata dal gruppo “Insieme per cambiare” lo scorso 29 agosto. In previsione dell’inizio del nuovo anno scolastico, la minoranza chiedeva al sindaco di sapere “se tutti gli edifici scolastici, tutti gli impianti sportivi e tutti gli edifici pubblici di pertinenza del Comune di Santa Teresa di Riva rispettano la normativa antisismica vigente e se gli stessi garantiscono la sicurezza di tutti gli utenti.”. La risposta era arrivata in Consiglio comunale per voce del sindaco, il quale aveva rassicurato tutti affermando che gli edifici pubblici del Comune di S. Teresa di Riva erano sicuri e a norma. Il 3 ottobre, però, il gruppo consiliare di minoranza chiedeva il rilascio di copia della valutazione di vulnerabilità sismica di tutti gli edifici scolastici presenti sul territorio, nonché delle palestre comunali e di ogni altro edificio comunale, in quanto le dichiarazioni del sindaco erano state considerate insufficienti, perché non supportate da documentazione. A tutt’oggi la richiesta non è stata evasa. “Purtroppo – spiega il capogruppo Antonio Scarcella – nonostante le rassicurazioni del sindaco, in data 28 novembre, è stato accertato nei locali della Scuola Elementare di Cantidati il crollo di un controsoffitto, ingenerando preoccupazioni circa l’incolumità pubblica degli alunni, di tutto il personale e degli utenti”. L’opposizione ha quindi diffidato il sindaco a procedere al rilascio degli atti richiesti.

Leave a Response