Roccalumera. “Interventi sui torrenti grazie alla precedente Amministrazione”

ROCCALUMERA. La minoranza consiliare intende “chiarire e fare conoscere la verità documentabile dei fatti in merito alla realizzazione dell’intervento di ripristino dei muri d’argine e di risagomatura dell’alveo” dei torrenti Allume, Sciglio e San Nicola. I consiglieri Rita Corrini, Ada Maccarrone, Antonella Totaro, Giuseppe Melita e Maria Grazia Saccà, sono partiti da lontano per spiegare che l’intervento “non è opera dell’attuale Amministrazione, che l’ha ereditato, bensì della precedente”. Gli esponenti dell’opposizione evidenziano che “già dal lontano 19 dicembre del 2012, veniva data comunicazione dell’avvenuto finanziamento con una nota dell’Ufficio del commissario delegato per l’emergenza, a seguito di eventi alluvionali che si erano registrati l’1 marzo del 2011, per un importo di 150mila euro. Si tratta, pertanto, di un intervento finanziato alla precedente Amministrazione e che l’attuale Amministrazione, insediatasi nel giugno 2013, avrebbe dovuto fare progettare ed eseguire nel più breve tempo possibile. Ma nulla di tutto ciò – chiosa il capogruppo Corrini – è stato fatto. Sono passati, infatti, quattro anni solo per dare l’incarico di progettazione, giusta determina del 4 ottobre scorso, con cui si dà atto di tutti i passaggi temporali ed i lavori non sono ancora iniziati. Nonostante la situazione sia evidente, qualcuno tratta l’intervento come se fosse contemporaneo riconoscendo all’Amministrazione guidata dal sindaco Gaetano Argiroffi un’azione efficiente, omettendo, invece – sostiene l’opposizione – di dire che ha fatto trascorrere infruttuosamente 4 anni”. Si giunge al 23 novembre scorso “e si persevera con la notizia come se fosse un intervento riconosciuto all’attuale Amministrazione che ha provveduto all’approvazione del progetto giusto determina del 17 novembre”. In una nota gli esponenti di minoranza precisano “che nel mese di giugno 2016 abbiamo presentato un’interrogazione in merito e non è stata mai trattata in Consiglio comunale”. Alla nota è stata allegata “la documentazione da cui si evince quanto da noi riportato – concludono i consiglieri – poiché teniamo a ribadire che ogni tentativo, più o meno diretto, che questa Amministrazione possa fare per arrogarsi il merito di aver ottenuto questo finanziamento e, per di più, di recente, è sconfessato dalla verità dei fatti”.

Leave a Response