Nizza di Sicilia. Colpo di spugna sulle istituzioni “Cittadella della Speranza” e “Servizi sportivi”

NIZZA DI SICILIA –  Farà discutere parecchio la decisione del Consiglio comunale di “cancellare” due delle tre istituzioni cittadine. Il civico consesso lo ha deciso, all’unanimità, nella seduta di giovedì sera. E’ rimasta invece inascoltata la richiesta avanzata dalla minoranza di revocare anche l’Istituzione “Parco Suburbano”, che invece rimarrà in attività almeno per un altro anno. Stop, invece, a “Servizi sportivi” e “Cittadella della Speranza”. Alla base di questa “rivoluzione” ci sono principalmente ragioni economiche: “E’ stata una decisione presa in linea con il nuovo corso dell’Amministrazione comunale – ha spiegato il presidente del Consiglio, Carmelo Miceli – ma che non significa affatto una bocciatura per il lavoro fatto dai direttori delle due istituzioni. Anzi li ringraziamo per il loro impegno. La scelta di “cancellare” i due enti, però, è stata dettata soprattutto da ragioni economiche e organizzative”. In sostanza, si risparmieranno le indennità riservate ai due direttori, mentre i compiti svolti dalle istituzioni saranno assunti direttamente dagli assessori competenti”. Discorso diverso, invece, per il “Parco suburbano – La Rocca di Buticari”. “L’istituzione in questi anni – ha aggiunto il presidente Miceli – è riuscita ad ottenere finanziamenti per oltre mezzo milione di euro che sono serviti per migliorare la fruizione del parco e, in effetti, c’è bisogno di una figura che si occupi esclusivamente di un’area così vasta. Abbiamo deciso di prorogarla per un anno, poi tireremo le conclusioni e valuteremo il da farsi”. Una scelta, quella dell’Amministrazione, che soddisferà anche l’opposizione che più volte aveva chiesto l’eliminazione delle istituzioni comunali, ritenendole dispendiosi e inutili.

Leave a Response