Alì Terme. Rubati un furgone e 94 bombole di gas gpl

ALI’ TERME – Furto, l’altro ieri sera, poco prima delle 22.30 in un deposito di bombole di gas gpl in contrada Recupero, nelle campagne sovrastanti Alì Terme. Rubate 80 bombole di 15 chilogrammi e 14 di 10 chilogrammi, pronte ad essere immesse sul mercato. Ad agire, verosimilmente, più di un malvivente, vista la rapidità delle operazioni. Ad accorgersi che qualcosa di strano era successo nel deposito è stato ieri mattina il padre del titolare, Matteo Passari, che ha subito avvisato il figlio Santi Andrea, al quale non è rimasto altro che chiamare i carabinieri. I ladri per accedere allo slargo antistante il deposito hanno praticato un buco nella rete di recinzione e da qui hanno raggiunto il capannone. I contenitori sono stati caricati su un furgone ”Daily” scarrabile, che i Passari avevano lasciato parcheggiato di fronte al deposito. Per mettere a tacere alcuni cani di piccola taglia, gli sconosciuti li hanno presi a calci. Una volta trasferita la refurtiva sul furgoncino, i malviventi hanno abbandonato il campo e, scendendo da contrada S. Lucia, si sono immessi sulla via F. Crispi di Alì Terme e poi sul lungomare di  Nizza. Alcuni testimoni, pare, che abbiano notato il furgoncino nel centro nizzardo attorno a  mezzanotte mentre procedeva a velocità ridotta in direzione Catania. Il danno subito dal proprietario del deposito, tra furgone e le 94 bombole, è stato quantificato in circa 25 mila euro. I ladri hanno agito con estrema sicurezza e in tutta tranquillità poiché la zona è isolata ma anche perché hanno dimostrato di essere buoni conoscitori dei luoghi, il che non fa escludere l’ipotesi che si tratti di gente che non è venuta da molto lontano. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione  che, coordinati dal luogotenente Salvatore Garufi, hanno iniziato indagini nel tentativo di risalire agli autori dell’audace e per certi versi insolito furto.

Leave a Response