Volley. B1 Femminile, S. Teresa batte Maglie e sogna la A

Dopo quasi tre ore di “battaglia” il Mam Villa Zuccaro ha superato il Betitaly Maglie consolidando la prima posizione in classifica al termine di una gara epica che restera’ per molto tempo nella memoria del folto pubblico presente. Vincono le padroni di casa che potevano chiuderla al quarto ma onore e merito pure alle pugliesi che non hanno mai mollato. Allo spettacolo in campo si è’ unito quello sugli spalti con più di mille spettatori che hanno spinto sino alla fine le proprie beniamine. Un fenomeno, quello del Mam Villa Zuccaro, in continua crescita che ha aggregato e coinvolto un intero comprensorio che si sta stringendo settimana dopo settimana attorno squadra santateresina per spingerla verso il sogno della serie A. Tornando alla contesa, in partenza solita formazione per il tecnico Jimenez con Bertiglia in diagonale con Agostinetto, Rania e Panucci in P4, Composto e Bilardi centrali, Agostinetto in regia e Pietrangeli libero. Inizio veemente per le padroni di casa che si fermano sull’8-3, colpo di coda Maglie per il 9 pari. Riallunga il S. Teresa ed il tecnico pugliese sul 12-9 si gioca il primo discrezionale. Secondo time out tecnico sul 16-12. Riaccorcia il Betitaly sul 18-16 ma l’impeto di Rania e compagne e’ schiacciante e si chiude sul 25-21. La seconda frazione di gioco inizia punto a punto sino al 7-8. Poi prende il largo il team leccese prima sul 13-16 e poi sul 14-20. S. Teresa si avvicina sul 20-23 ma poi cede gli ultimi due punti. Si va al terzo con le ” leonesse ” decise ad imprimere il ritmo giusto alla gara. Si passa dall’8-3 al 16-6 per chiudere sul 25-18. Quarto tempo di gioco con le giocatrici locali quasi sempre avanti decise a portare a casa l’intera posta in palio. Prima 8-5 e poi 16-13. Maglie non molla un centimetro e rientra in gara sul 22-22. Un muro ospite abbondantemente fuori viene giudicato dentro e così si passa Maglie si ritrova avanti di uno. Jimenez chiama a raccolta le sue giocatrici che però accusano il contraccolpo. Si va sul 22-24. Le joniche annullano il primo set ball ma si arrendono sul 23-25. 2-2 e tie break. Inizia male S. Teresa poi però è un crescendo. Si gira sull’8-7 e si chiude sul 15-12 nel tripudio generale con la squadra che canta insieme alla curva ed a tutta la palestra col pubblico in piedi. Una vittoria, la settima consecutiva, che consegna ulteriori certezze allo staff tecnico messinese in vista della trasferta insidiosa di Isernia prevista per sabato prossimo.

Leave a Response