Terremoto nel centro Italia, anche la Misericordia di Letojanni e le associazioni Interforce pronte a dare aiuto

La protezione civile regionale al fianco di quella nazionale. Anche la Sicilia si mobilita per i soccorsi dopo il terremoto che nella notte di ieri ha colpito il Lazio, le Marche e l’Umbria: il presidente della Regione, Rosario Crocetta, con apposita ordinanza ha dato mandato alle strutture siciliane di raccordarsi con la Protezione Civile nazionale per fornire uomini e mezzi. La protezione civile regionale ha già allertato tutti i gruppi di volontari in Sicilia, ed è già in collegamento con i livelli nazionali. La Sicilia ha messo a disposizione le proprie strutture. Soprattutto, la protezione civile regionale può intervenire con moduli abitativi – cioè cucine, tende e supporti logistici per assistere chi è rimasto senza un tetto – ma anche con il supporto sanitario e le strutture cinofile. «Abbiamo ricevuto comunicazione da parte della protezione civile regionale e siamo pronti a partire – spiega Alessandro D’Angelo, governatore della Fraternita di Misericordia San Giuseppe e presidente del Gruppo Interforce Jonica – Abbiamo selezionato i volontari e dato la nostra disponibilità a raggiungere le zone terremotate».

Leave a Response