Roccalumera. Distaccamento vigili del fuoco, Saitta risponde alla minoranza

Ancora scintille a Roccalumera tra maggioranza ed opposizione in merito alla vicenda dell’insediamento dei vigili del fuoco nel plesso della scuola primaria di Allume.L’avvocato Carmelo Siatta, esperto del sindaco, replica tramite una nota, alle affermazioni del capogruppo di minoranza Rita Corrini. “Tralascio le invettive lanciatemi sui social dalla Corrini, la quale mi ha apostrofato scrivendo: “Ma come si permette questo signore ad intervenire su una questione che non conosce”, chiedendomi di farmi da parte e di tacere, perché affronterei questioni che non conosco. E vengo al punto – sottolinea Saitta – Ciò che ho detto in pubblico è quello che da mesi vado dicendo a tutti in privato. Non aver permesso l’insediamento dei vigili del fuoco negli spazi della scuola primaria di allume è stato un atto contro gli interessi di Roccalumera, e la minoranza, che ha cavalcato la protesta, si è resa responsabile di un disservizio alla comunità. Aver permesso che la volontà di 50 persone prevalesse sugli interessi e la volontà di una comunità di 4.500 persone è stato un atto di sabotaggio nei confronti del nostro paese, privato di una stazione di servizio di ben 25 unità. Una risorsa unica nel panorama della riviera jonica che avrebbe permesso di mettere in sicurezza il nostro territorio con interventi rapidi e spediti. La Corrini – scrive ancora Saitta – asserisce di non aver votato nel consiglio di istituto. E questo è vero, ma ha votato il suo sodale politico con la moglie, e tutti insieme, con esposti inviati ad ogni tipo di Autorità, hanno cavalcato la protesta contro il trasloco degli alunni da Allume a Roccalumera Centro. Aggiunge la stessa consigliera di minoranza che è una bugia quanto io asserisco, e cioè che nel plesso della scuola elementare del centro vi sarebbero spazi disponibili. Se fossero mancate le aule per come afferma il consigliere di minoranza – si legge nella nota – la Dirigente Scolastica non avrebbe indetto neppure la riunione del consiglio di istituto. E’ vero invece che Detto Dirigente si è mosso perché vi è stata la disponibilità di spazi idonei per gli alunni. Sicchè, il mancato trasloco degli alunni da Sciglio a Roccalumera Centro è stato un atto pretestuoso e strumentale, del quale la minoranza porta addosso la responsabilità”. Infine Saitta riserva un duro affondo agli avversari politici: “ Voglio precisare – scrive l’esperto del sindaco – che Manifestare le mie idee e le mie convinzioni, è un diritto a cui certamente non rinuncerò per gli strali e le stizze di Corrini e compagni. Al riguardo consiglio alla Corrini – conslude ironicamente Saitta – qualche buon libro di Camilleri per placare la stizza che la pervade.

Leave a Response