S. Teresa. Disabili, stop al trasporto. Il Comune si sostituisce al Distretto Sanitario

S. TERESA – Il Comune si sostituirà al Distretto Socio Sanitario D32 di Taormina per garantire i 18 soggetti portatori di handicap, residenti nel centro jonico, che necessitano del servizio di trasporto verso i centri di riabilitazione e aggregazione di Nizza di Sicilia e S. Teresa di Riva. Il servizio di mobilità sociale era stato affidato ad una cooperativa sociale dal Distretto Socio Sanitario per un periodo di 18 mesi e una settimana, a partire dal 17 settembre 2014 fino al 23 marzo 2016. Scaduti i termini il Distretto non è stato in grado di garantire la continuità del servizio. Dopo la relazione dell’assistente sociale, dalla quale si evince la necessità e l’urgenza di intervenire per il proseguimento del servizio al fine di non recare disagi ai soggetti disabili e alle loro famiglie, l’assessore ai Servizi sociali, Annalisa Miano, si è subito adoperata per risolvere la questione. L’assessore ha così proposto alla Giunta di attivare tutte le procedure urgenti di appalto per l’affidamento del servizio per un periodo di circa due mesi. La richiesta è stata accolta e l’Esecutivo ha deciso di stanziare la somma complessiva di 14mila euro, a valere sul corrente esercizio finanziario. Toccherà adesso al direttore della Prima area procedere all’appalto in maniera urgente. L’obiettivo, come specificato nella delibera approvata dalla Giunta, è quello di garantire per gli utenti del Comune di S. Teresa il servizio di mobilità sociale cessato lo scorso 24 marzo dal parte del Distretto Socio-Sanitario D32.

Leave a Response