Alì Terme. L’ingresso del Municipio trasformato in un deposito

ALI’ TERME – Se si tratta di inciviltà o semplice superficialità lo sanno solo gli amministratori. Ormai da anni l’ingresso del palazzo municipale di Alì Terme è stato trasformato in un deposito di materiali. Lo spazio scelto è adiacente alla scala che porta al primo piano e a qualche metro dalla porta per accedere alla sala consiliare. A pochi metri di distanza c’è il seminterrato che potrebbe essere utilizzato oppure l’area all’esterno che viene adibita per vari usi. Insomma, la casa di rappresentanza del Comune ridotta ad una situazione di degrado. Un pessimo e immeritato biglietto da visita per gli aliesi e che, inevitabilmente, non sfugge agli occhi dell’occasionale visitatore. Ma nessuno finora ha sentito il dovere di porvi rimedio. La soluzione è semplice e non richiede nessuno sforzo: basterebbe far pulizia e impedire per il futuro il ripetersi di questa cattiva abitudine. Altra bruttura i manifesti di grandi dimensioni che di volta in volta vengono affissi sui muri dell’androne, come fossero lenzuola. Anche in questo caso si tratta di una caduta di stile. Si dirà, l’abito non fa il monaco ma è altresi vero che l’occhio vuole la sua parte. Ma problema più importante che rimane irrisolto è l’abbattimento delle barriere architettoniche per consentire un agevole ingresso nel Palazzo ai diversamente abili e che le varie amministrazioni non hanno potuto o voluto affrontare.

Leave a Response