Alì Terme. La piazzetta del lungomare tra degrado e abbandono

ALI’ TERME – Gli amministratori comunali dimostrano ancora una volta di non avere il “pollice verde”. E così succede che gli spazi verdi il più delle volte siano preda dell’incuria. Stavolta simbolo di disinteresse è la piazzetta sul lungomare all’altezza di vico S. Lucia, adiacente al chiosco-bar, che dovrebbe rappresentare elemento fondamentale per creare un contesto più vivibile e a dimensione del singolo cittadino e delle famiglie. Ed invece le aiuole di quello slargo sono un vergognoso cumulo di erbacce e degrado diffuso. Insomma l’ennesima dimostrazione di come il Comune non riesca a farsi carico in modo serio e costante della cura di quelle poche aree verdi presenti in paese. E’ ora di finirla perché tutto questo provoca anche rabbia e sdegno. L’assessore all’Arredo urbano, Maria Rita Muzio, dunque, prenda coscienza e lanci un positivo messaggio anche per il fututo attivandosi intanto e da subito per ridare dignità a quella piazzetta, anche perché non è necessario far ricorso ad acrobazie mentali per pianificare gli interventi o trovare i soldi necessari. Ad esempio è sufficiente utilizzare i cossiddetti “voucher”, che offrono prestazioni occasionali e pagati dal Comune con buoni lavoro. La Giunta ha già approvato, così come per il recente passato, la delibera con la quale, appunto, recluterà alcuni di questi operai per attività che prevedono, tra l’altro, il giardinaggio. Un’opportunità, dunque, da sfruttare sempreché stavolta venga pianificata e gestita con intelligenza.

Leave a Response