S. Teresa, rifiuti. Da febbraio la gestione passa all’Aro -Video

“Entro mercoledì prossimo firmeremo il contratto con l’associazione temporanea di imprese che ha vinto l’appalto e il primo febbraio avvieremo il servizio rifiuti con l’Aro, l’Ambito di raccolta ottimale”. Ad annunciarlo è il sindaco di S. Teresa di Riva, Cateno De luca, il quale ha spiegato che contestualmente “ci sarà un’azione informativa per la popolazione in modo da avviare in quattro mesi la raccolta differenziata porta a porta. Entro giugno – rimarca il sindaco – elimineremo i cassonetti a S. Teresa di Riva”. L’ultimo atto propedeutico al varo dell’Ambito territoriale ottimale si è consumato lo scorso novembre con l’aggiudicazione in via definitiva del servizio di spazzamento, raccolta e smaltimento dei rifiuti nella cittadina jonica. Ad eseguirlo sarà una associazione temporanea di imprese di Naso in virtù del ribasso del 7% sull’importo a base d’asta (7milioni 96 mila euro e 35 centesimi oltre Iva e oneri di sicurezza per sette anni). La gara, gestita dall’Urega per conto del comune di Santa Teresa di Riva, ed alla quale hanno presentato offerta sei imprese di cui due ammesse, giunse a coronamento di una fase travagliata che ha visto darsi battaglia il sindaco, Cateno De Luca e i sindacati. Ad avviso del primo cittadino il numero di lavoratori da impiegare dovrebbe essere notevolmente ridotto rispetto alle attuali 22 unità (potrebbe a suo dire scendere a 12). Di tutt’altro parere le organizzazioni sindacali, che puntano a tutelare i posti di lavoro. Per la cronaca gli abitanti di S. Teresa di Riva sono poco meno di 10mila. “Sono pochi i Comuni in tutta la Sicilia – spiega il sindaco De Luca – che hanno avuto la capacità di completare le procedure di affidamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Abbiamo respinto al mittente le pressioni finalizzate a bloccare la gara di affidamento. Anche se questo modus operandi ci ha portato ad essere bersaglio di querele e reazioni istituzionali tendenti a salvaguardare posti di lavoro in eccedenza pagati dai contribuenti. Cercheremo di partire con la nostra gestione l’1 febbraio – conclude De luca – e così faremo risparmiare alla nostra cittadinanza oltre il 40% della tassa sui rifiuti. Questi – conclude – sono i risultati della politica del fare. Della buona e lungimirante amministrazione efficiente ed efficace”.

Leave a Response