Fiumedinisi, si è insediato il consigliere di minoranza Gaetano Ricca

”Sorpresa” nell’ultimo Consiglio che, di striscio, è insaporita di politichese. Almeno così sembra di capire. Stavolta a vivacizzare la seduta non sono stati però i consiglieri, anche perché quelli di minoranza, eccezion fatta per Gaetano Ricca che ha prestato giuramento per subentrare al dimissionario Luigi Caminiti, erano assenti per cui gli spunti sono venuti meno. Ricca, peraltro, subito dopo ha lasciato lo scranno preferendo seguire i lavori in mezzo al pubblico. A stimolare interesse ci ha pensato invece un imprenditore agricolo, che ha puntato l’indice l’accusatore contro l’amministrazione attiva. E’ intervenuto nel momento in cui si stavano discutendo una sfilza di debiti fuori bilancio, tra cui uno dell’importo di circa 40 mila euro risalente al 2011, che l’amministrazione di quel tempo, guidata dal sindaco Cateno De Luca, ha contratto con una ditta fiumedinisana che si occupa di movimento terra. Ditta che nel 2011 aveva eseguito degli interventi per riparare parte dei danni provocati al territorio dal maltempo. E mentre si parlava di soldi e debiti, ecco la sortita dell’agricoltore che, rivolgendosi all’assemblea, ha tuonato: ”Quei lavori in realtà non sono stati mai fatti, per cui i 40 mila euro non vanno pagati”. E visto che l’uomo continuava la sua ”arringa” è stato allontanato dall’aula dal comandante la locale stazione dei carabinieri, luogotenente Valerio Faranda, presente in aula per motivi dipendenti dal suo ufficio. Ai consiglieri non è rimasto altro che scambiarsi sguardi di stupore seguiti a commenti. Poi nel proseguio della seduta, la maggioranza ha riconosciuto anche il debito dei 40 mila euro da versare all’impresa che cinque anni addietro, come dicevamo, ha effettuato i lavori per sistemare, tra l’altro, alcune strade di campagna. Adesso, però, non è escluso che la questione possa essere approfondita anche perché la ”pubblica denuncia” non è assolutamente passata inosservata neanche al sottufficiale dell’Arma dei carabinieri. Insomma, come è giusto che sia, si vuole accertare se la gravità delle accuse di cui si è fatto carico l’uomo, abbiano o meno dei riscontri concreti o se invece siano frutto di fantasia. Intanto, il nuovo consigliere Gaetano Ricca, ha annunciato una interrogazione del suo gruppo su una ”vicenda, questa dei debiti fuori bilancio accumulati dal Comune nel post alluvione 2011 – ha detto – di cui ci siamo già occupati in passato senza comunque ottenere risposte esaurienti dai nostri interlocutori politici di parte avversa”.

Leave a Response