Frane a Capo Alì e Scaletta, i comitati dei cittadini scendono in campo

Le frane che nell’ultimo mese hanno messo in ginocchio la viabilità della Riviera Jonica, e che si sono verificate a Capo Alì e Capo Scaletta, hanno scosso, e non poco, l’opinione pubblica. I comitati dei cittadini sono tornati in campo decisi, più che mai, a far sentire la loro voce. “Non è più accettabile – esordiscono – il persistere di una situazione del genere. Ad ogni pioggia i Capi Alì e Scaletta cadono, bloccando la viabilità e creando notevoli disagi a quanti devono recarsi a Messina”. I cittadini, ed in modo particolare gli automobilisti, chiedono che vengano effettuati degli interventi risolutivi, e non le solite soluzioni tampone che, ovviamente, non risolvono il problema. Le reti paramassi, posizionate nel corso degli anni, infatti, non hanno sortito alcun effetto, se non quello di far spendere capitali innumerevoli. I comitati dei cittadini, dunque, chiedono la realizzazione di una galleria paramassi, almeno nel tratto di Capo Alì, e la costruzione di alcuni mini svincoli che, ad onor del vero, sono stati prospettati ormai da tanti anni. NEL TG90 DI OGGI, SABATO 28 NOVEMBRE 2015, L’INTERVISTA A FRANCESCO URDÌ, PRESIDENTE DEL CUB.

Leave a Response