Capo Alì, al via i lavori sul costone: mercoledì la riapertura della Ss114

ALI’ TERME – Sospiro di sollievo per gli automobilisti che da nove giorni sono costretti a bypassare Capo Alì dall’autostrada o da strade secondarie di campagne per la frana staccatasi dalla collina di ”Mollerino” a causa di qualche ora di pioggia. Se non ci saranno contrattempi, infatti, mercoledì pomeriggio potrebbe essere riaperta una corsia. A dirlo il sindaco di Alì Terme, Giuseppe Marino, che ieri mattina era a Capo Alì per incontrare l’ing. Cristiano Fogliano, capo centro Anas Messina, dal quale ha avuto conferma che oggi inizieranno i lavori di messa in sicurezza della collina. Sarà impegnata una squadra di rocciatori il cui primo intervento prevede la rimozione di eventuali pietre rimaste in bilico e una volta ”ripulito” il fronte collinare si passerà alla sostituzione della rete metallica paramassi, vecchia di oltre trent’anni e per di più rimasta danneggiata dalla frana. ”Capo Alì, sempreché i rocciatori daranno l’ok, potrà essere riaperto – ha aggiunto il sindaco Marino – il prossimo mercoledì ma su una sola carreggiata, quella in direzione Messina, con intervalli di 10-15 minuti per consentire agli operai di piantare la nuova rete di paramassi sulla parete della collina, che in quel punto supera gli ottanta metri d’altezza. L’ing. Fogliano – ha detto Marino – mi ha confermato anche il cronoprogramma degli intervenuti, contenuto in due settimane. Ma quello che adesso è importante è il ripristino mercoledì della circolazione, anche se con qualche limitazione”. Intanto domenica a Capo Alì si terrà una manifestazione di protesta organizzata da un gruppo spontaneo di cittadini stanchi ed esasperati dei disagi. Una volta passata l’emergenza, ci si augura che sindaci dei paesi direttamente coinvolti, Scaletta Zanclea, Itala, Alì, Alì Terme, Nizza di Sicilia e Fiumedinisi, facciano quadrato coinvolgendo le loro comunità per affrontare ai vari livelli istituzionali il problema sicurezza a Capo Alì. Intanto Il deputato regionale Filippo Panarello ha annunciato una interrogazione all’assessore alle Infrastrutture Giovanni Pizzo. Panarello scrive in una nota che “il cedimento del pilone sulla Palermo-Catania sembra non avere insegnato nulla: la strada statale 114 Messina-Catania è interrotta a causa della frana di un costone a Capo Alì. Una interruzione che crea enormi disagi al territorio, e che poteva e doveva essere evitata”. Panarello, quindi, chiede all’assessore Giovanni Pizzo un ”intervento immediato nell’ambito delle proprie competenze per la nuova emergenza sulla statale 114”.

Leave a Response