Alì Terme. Tempi lunghi per l’apertura di Capo Alì, non meno di due settimane

ALI’ TERME – Si prevedono tempi lunghi per la riapertura della statale 114 nel tratto di Capo Alì, interessata mercoledì scorso da una frana staccatasi dalla collina ”Mollerino” che sovrasta la carreggiata. Neppure l’Anas del resto ha saputo indicare una data precisa a conclusione del sopralluogo effettuato questa mattina dai suoi tecnici, che sono stati collaborati da alcuni rocciotari che hanno eseguito dei controlli sulla parete collinare. Al momento l’unica cosa certa è che l’Anas dovrà cambiare gran parte della vecchia rete metallica di protezione posizionata oltre vent’anni fa per evitare la caduta di materiali sulla statale e le cui maglie si sono ”strappate” a causa della consistente pressione esercitata dalle grosse pietre precipitate sulla strada nel tardo pomeriggio di mercoledì. Al momento non si sa neanche il giorno d’inizio lavori perché l’Anas dovrà prima trovare la necessaria copertura finanziaria per poi dare l’incarico ad una ditta specializzata. Dunque gli automobilisti dovranno mettersi il cuore in pace perché l’attesa per riattivare il transito a Capo Alì sarà lunga, forse una-due settimane. Oggi, intanto, l’Anas, ha tolto le transenne che sono state sostituite con blocchi di cemento (nella foto) per impedire il transito sulla statale. Questo significa che da e per Messina sarà necessario utilizzare l’autostrada, immettendosi dai caselli di Tremestieri e Roccalumera, allungando così di parecchi chilometri il percorso per raggiungere la destinazione.

Leave a Response