Nizza di Sicilia. Asilo nido, tariffe abbassate per andare incontro alle famiglie

NIZZA DI SICILIA – Il sindaco Giuseppe Di Tommaso ha aperto i termini per la presentazione delle domande di ammissione per il 2015-2016 all’asilo nido comunale per bambini fino a tre anni, la cui famiglia sia residente a Nizza. ”Ma in caso di disponibilità di posti – spiega Di Tommaso – sono ammessi anche i bimbi residenti nei Comuni vicini. Eventuali situazioni di handicap non sono pregiudizievoli per la frequenza all’asilo”. L’importo della retta è stata determinata tenendo presente il reddito familiare: da 0 a 5 mila euro si pagherà 20 euro al mese; da 5.000 a 10.000, 40 euro; da 10.000 a 25.000, 100 euro; da 25.000 a 30.000, 140 euro; da 30.000 a 35.000, 170 euro; da 35.000 in su 210 euro. Alla quota fissa vanno aggiunti 2 euro giornalieri per il cibo. ”Per i soli residenti a Nizza – aggiunge Di Tommaso – è previsto il servizio gratuito nei casi di vedove o nuclei familiari con comprovata situazione di grave disagio socio-economico e questo per evitare di pregiudicare lo sviluppo armonico del bambino nei primi anni di vita”. Le domande di ammissione devono pervenire al sindaco entro il 31 ottobre. ”Rispetto allo scorso anno scolastico – dice Di Tommaso – la retta, seppur in percentuale minima, l’abbiamo abbassata per venire incontro soprattutto alle tante famiglie in difficoltà economiche. Quest’anno c’è una novità logistica. L’asilo nido i cui locali si trovano in via Villafranca, a monte del centro abitato, sarà trasferito per alcuni mesi nella scuola materna del quartiere Principe. Una necessità, questa, per consentire l’inizio dei lavori di ampliamento e ristrutturazione dell’edificio che così, nell’immediato futuro, potrà ospitare 15 bambini in più rispetto agli attuali 45. Saranno spesi 620 mila euro, di cui 572 mila provenienti da fondi europei e 48 mila euro a carico del Comune che li ha racimolati con un mutuo.

Leave a Response