Limina, domani al via le manifestazioni per il Ferragosto

E’ tutto pronto a Limina per dare inizio alle manifestazioni di Ferragosto che, annualmente, si caratterizzano per le processioni di San Sebastiano, patrono del piccolo centro montano, della Madonna delle Preghiere e di San Filippo, protettore del popolo liminese. La parrocchia, guidata da padre Paolino Malambo parroco anche nella vicina Roccafiorita, ha stilato un ricco programma di appuntamenti che si concluderanno il 16 agosto. Si inizia già domani, venerdì 14 agosto. Alle 11, nella chiesa madre di Limina, verrà celebrata una solenne funzione Eucaristica. Nel pomeriggio, alle 18, è in programma una Santa Messa, al termine della quale prenderà il via la processione con il venerato simulacro di San Sebastiano. Il corteo, che percorrerà le principali vie cittadine, si concluderà in serata con le fasi di rientro. Sabato 15 agosto, giorno di Ferragosto, sarà di scena la festa in onore della Madonna delle Preghiere, la cui chiesa sorge all’ingresso del paese, vicino la fontana dedicata a San Filippo. Alle 11, nell’omonima chiesa, si svolgerà una Santa Messa solenne. Alle 18, invece, si snoderà la processione con la statua della Madonna delle Preghiere lungo le vie di Limina. I festeggiamenti in onore della Compatrona si concluderanno con il rientro in chiesa. Domenica 16 agosto, infine, sarà la volta della festa in onore di San Filippo, protettore del paese. Alle 11 nella chiesa di San Filippo, che sorge nella parte alta di Limina, sarà celebrata una solenne funzione. Nel pomeriggio, alle 18, la statua di San Filippo uscirà dalla chiesa per dare inizio alla processione lungo le strade cittadine. Al corteo, che sarà accompagnato dalle note della banda musicale “Vincenzo Bellini” di Limina e dai canti intonati dai fedeli, prenderanno parte autorità militari e civili, con in testa il neo sindaco, Marcello Bartolotta, e numerosi devoti. Tantissimi, inoltre, saranno i liminesi che, in occasione delle ferie estive, faranno rientro nel loro paese natale. In modo particolare dall’America latina, soprattutto dal Venezuela, dall’Australia, dagli Stati Uniti e dalla Germania. Le celebrazioni agostane in onore di San Filippo, infatti, nascono proprio per far vivere anche agli emigrati le emozioni della festa che, liturgicamente, si svolge il 12 maggio di ogni anno. A tarda serata il fercolo di San Filippo, issato sulle spalle dei portatori, farà rientro nella propria chiesa. Sarà salutato dai fuochi d’artificio che faranno calare il sipario non solo sulla festa in onore del Santo protettore, ma anche sull’edizione 2015 del Ferragosto liminese.

FRANCESCO GABERSCEK

Leave a Response