Agira, la banda musicale “Bellini” di Limina alla festa estiva per San Filippo

La banda musicale “Vincenzo Bellini” di Limina, diretta dal maestro Giovanni D’Agostino, ha preso parte ieri ai solenni festeggiamenti estivi in onore di San Filippo che si sono svolti ad Agira, in provincia di Enna, città della quale il Santo di origini siriane è protettore. Un evento fortemente sentito dalla comunità liminese, legatissima al Santo agirino, e felice che la propria banda abbia potuto animare la festa proprio nel luogo in cui San Filippo concluse la propria missione terrena. Le celebrazioni hanno preso il via nel tardo pomeriggio di ieri, quando, alle 18, dalla chiesa del SS Salvatore, che sorge a monte del centro abitato di Agira, è uscito il busto argenteo di San Filippo. La processione, che è stata accompagnata dalle marce eseguite dal corpo bandistico di Limina e da quello di Agira, si è snodato fino alla chiesa di Santa Maria Maggiore dove, concluse le fasi di rientro, è stata celebrata una Santa Messa. Ha presieduto padre Sebastiano Leotta, parroco di Calatabiano, altro centro dove è molto sentita la devozione per San Filippo. Concluso il sacro rito, ha preso il via la processione con la quale i devoti hanno riaccompagnato in paese il busto del Santo patrono. Giunto sul sagrato della chiesa Reale Abbazia, si è svolto un suggestivo spettacolo pirotecnico. È stata proprio la banda “Vincenzo Bellini” di Limina ad accompagnare, con le proprie note, le emozionanti fasi di rientro. Una giornata storica per la comunità liminese, giunta in numero assai nutrito ad Agira. I rapporti fra il centro ennese ed i paesi della valle d’Agrò non finiscono qui. A gennaio, infatti, sarà la volta della comunità di Roccafiorita che, come annunciato lo scorso 28 giugno durante la visita delle reliquie del Santo nel centro che sorge alle pendici del monte Kalfa, offrirà la cera a San Filippo.

FRANCESCO GABERSCEK

Leave a Response