Savoca in festa per Santa Lucia

Savoca è in festa per la sua Patrona, Santa Lucia, che nel piccolo centro collinare viene solennemente celebrata la seconda domenica di agosto con la caratteristica rappresentazione vivente del martirio della Santa siracusana. La parrocchia, guidata da padre Agostino Giacalone, e la Confraternita di Santa Lucia, guidata dal governatore Lucio Nicita, ha stilato un ricco programma di appuntamenti. Domani, sabato 8 agosto, alle 18, “U Diavulazzu”, una delle figura principali della rappresentazione vivente, farà la sua comparsa per le vie del borgo di Savoca, accompagnato dalla banda musicale di Casalecchio Siculo. Alle 19, sul sagrato della chiesa di San Michele, è in programma il tradizionale passaggio della palma dalla bambina che ha impersonato la Lucia nel 2014, la piccola Rachele Siligato, a quella di quest’anno, Cristina Nicita. Successivamente si svolgerà la prova ufficiale della Lucia. Alle 20, da contrada Gazzani prenderà il via la fiaccolata con la statua lignea di Santa Lucia. Il corteo si concluderà nella chiesa di San Nicolò dove, alle 21.30, verrà celebrata una Santa Messa. Domenica 9 agosto, giorno della festa, alle ore 8 “U Diavulazzu”, accompagnato dalle note gioiose della banda musicale, sfilerà lungo le vie del paese. Nel corso della mattinata verranno officiate numerose Sante messe. Vi sarà, inoltre, anche la possibilità di visitare il meraviglioso centro storico di Savoca, uno dei borghi più belli d’Italia, e di omaggiare, nella chiesa di San Nicolò, il prezioso simulacro argenteo di Santa Lucia. Nel pomeriggio il clou dei festeggiamenti. Alle 17, infatti, avrà luogo la rappresentazione vivente del martirio di Santa Lucia. Protagonista sarà la Lucia, una bambina fra gli 8 e i 10 anni che, issata sulle spalle di un portatore, sarà tentata per tutta la durata della processione da “U Diavulazzu” il quale indosserà la sua terrificante maschera risalente al Cinquecento. Quest’ultimo, inoltre, agiterà anche il suo forcone con l’obiettivo di distogliere Lucia dalle sue preghiere e di farla cadere, così, in tentazione. Ma la bambina che impersona la martire siracusana, forte della sua fede, continua a fissare la palma che tiene fra le mani, rendendo vani i bizzarri balletti nei quali si esibisce “U Diavulazzu”. Altri protagonisti della rappresentazione sono i cosiddetti “Giudei”, i quali oscilleranno lungo la corda legata ai fianchi della Lucia che, come vuole la tradizione, sarà trainata anche da due grossi buoi. Il corteo, dopo aver percorso le strette viuzze di Savoca, si concluderà in piazza Fossia. Qui si svolgerà il trionfo della Lucia sulle forze del male. All’arrivo, infatti, la fune legata ai fianchi della bambina verrà spezzata e “U Diavulazzu” ed i “Giudei” scapperanno via dalla scena. Il tutto avverrà fra scroscianti applausi. In serata, alle 22 ed al termine di una Santa Messa solenne che sarà celebrata da padre Agostino Giacalone, prenderà il via la processione con il simulacro argenteo di Santa Lucia lungo le vie cittadine. I festeggiamenti si concluderanno allo scoccare della mezzanotte, con uno spettacolo pirotecnico.

FRANCESCO GABERSCEK

Leave a Response