Mongiuffi in festa per San Paolino

Si svolgeranno domani nel piccolo centro di Mongiuffi, i solenni festeggiamenti in onore di San Paolino da Nola, la cui festa liturgica viene celebrata il 22 giugno. In questa data a Mongiuffi ha luogo la processione del simulacro del Santo lungo le vie del paese, ma il clou della festa avviene il primo fine settimana di agosto. Questa sera, infatti, la statua di San Paolino sarà traslata dalla chiesa di San Leonardo, nella quale viene custodita durante il resto dell’anno, alla chiesa madre dove, all’arrivo, saranno cantati i primi vespri della solennità. Domani, giorno della festa, il piccolo centro di Mongiuffi sarà svegliato, di buon mattino, dallo sparo di alcuni colpi di mortaretto e dalla sfilata del corpo bandistico “San Leonardo” di Mongiuffi che annunceranno, a tutta la comunità, l’inizio delle celebrazioni. Nella chiesa madre le Sante messe si susseguiranno di ora in ora, fino alle 10 quando sarà officiato il Solenne Pontificale. Terminata la funzione Eucaristica, prenderà il via la processione con la statua di San Paolino lungo le vie di Mongiuffi. Nel pomeriggio, invece, il simulacro del Santo sarà condotto nelle campagne limitrofe il paese con i tradizionali “Miracoli”. La processione farà tappa nella contrada Deri, dove la vara verrà fatta ruotare, da un capo all’altro, attorno alla croce di Sant’Andrea, e si dirigerà, poi, verso contrada Fanaca, dove si trova il santuario della Madonna della Catena. Qui, si svolgerà il caratteristico “saluto” di San Paolino alla Vergine. In tarda serata avranno luogo le emozionanti fasi di rientro. La vara di San Paolino, issata sulle spalle dei portatori, entrerà di corsa nella piazza principale di Mongiuffi e, dopo le caratteristiche “ballate”, farà rientro in chiesa madre. Le celebrazioni religiose si concluderanno con la recita dei vespri. La festa, comunque, proseguirà con alcuni spettacoli musicali e di varietà. I fuochi d’artificio, infine, faranno calare il sipario sull’edizione 2015 dei solenni festeggiamenti in onore di San Paolino da Nola.

FRANCESCO GABERSCEK

Leave a Response