Nizza di Sicilia. Dovranno essere rimosse le barche tra il lungomare e la spiaggia

NIZZA DI SICILIA – I pescatori di Nizza di Sicilia avranno 10 giorni di tempo per rimuovere le barche che si trovano tra il lungomare e l’arenile. Il provvedimento è stato disposto con ordinanza sindacale. “Con l’arrivo della stagione estiva è necessario restituire gli spazi pubblici abusivamente occupati dai natanti- si legge nella disposizione firmata dal sindaco Giuseppe Di Tommaso – alla normale fruizione di residenti e villeggianti. La loro presenza crea limitazioni e disagi alla normale circolazione dei veicoli e dei pedoni” andando ad intaccare anche il decoro urbano e l’igiene pubblica del paese. I proprietari delle numerose imbarcazioni ricoverate durante il periodo invernale nelle aree sottostanti il lungomare  per proteggerle dalle mareggiate dovranno quindi procedere allo sgombero. Alla Polizia Municipale spetta ovviamente il compito di far rispettare il provvedimento che dovrà essere divulgato tramite apposita segnaletica. Questo rappresenta solo il primo passo per rendere più decorosa la spiaggia nizzarda. Intereventi urgenti sono stati sollecitati  nelle scorse ore anche dal gruppo di minoranza “Cambia Nizza” e dal movimento “Prendiamoci il futuro”, che facendosi ambasciatori anche delle rimostranze della cittadinanza, chiedono la pulizia dell’ arenile, l’installazione delle docce  e accessi alla spiaggia più sicuri. Intanto, la Giunta municipale su iniziativa del primo cittadino ha assegnato al responsabile dell’area tecnica, l’ing Giovanni Briguglio, la somma di 7mila euro per procedere alla disinfestazione,  deblattizzazione e derattizzazione  del centro abitato e della spiaggia. L’atto è stato reso immediatamente esecutivo.

Leave a Response