Giardini. Si è costituito Daniele Mannino accusato del delitto di Pierpaolo Pasqualini

GIARDINI NAXOS – Si è costituito a carabinieri e polizia il giovane accusato del delitto di Pierpaolo Pasqualini, il 44enne muratore di Giardini Naxos morto mercoledì sera dopo essere stato accoltellato nella propria abitazione. Le indagini avviate dagli investigatori del Commissariato di Taormina e dalla Stazione Carabinieri di Giardini Naxos hanno portato all’arresto di Daniele Mannino, 25 anni, di Taormina, già noto alle forze dell’ordine. È un fatto di cronaca drammatico e inquietante quello consumatosi nel quartiere di Calcarone, a Naxos. L’aggressore e la vittima si conoscevano. Mannino, nel tardo pomeriggio si è recato a casa di Pasqualini, anche lui già noto a polizia e carabinieri, e al culmine della lite, che sarebbe scaturita da passate vicissitudini giudiziarie, ha estratto da sotto la maglietta un coltello da cucina e, sotto gli occhi della moglie, lo ha colpito al torace. Mannino è poi fuggito, tentando di far perdere le proprie tracce. Sebbene immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale San Vincenzo di Taormina, Pasqualini si è spento poco dopo per le gravi ferite riportate. Il dramma si è consumato nel giardinetto davanti all’abitazione di Pasqualini, sotto gli occhi attoniti della moglie. La furia di Mannino non ha lasciato scampo al 44enne muratore. Le sue condizioni si sono rapidamente aggravate. A nulla è valsa la disperata chiamata fatta dalla moglie al 118 e la corsa al presidio di contrada Sirina dove i medici si sono dovuti arrendere. La moglie, a quanto pare, ha raccontato di aver visto il giovane che scavalcava il muretto: lo stesso è poi avanzato verso il marito, iniziando con lui un’accesa discussione per problemi giudiziari e infine ha tirato fuori il coltello da sotto la maglietta

Leave a Response