Taormina. Slitta ancora l’ufficializzazione della nuova Giunta.

TAORMINA – Si dovevano conoscere ieri i nomi dei componenti della nuova Giunta di Taormina, ma tutto è stato rinviato, per l’ennesima volta. Da circa due mesi, dalle dimissioni di Alessandra Caruso, il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, non riesce a fare le sostituzioni all’interno della propria squadra. Ieri aveva convocato gli esponenti politici dell’attuale maggioranza Mario D’agostino, Salvo Brocato e Salvatore Valerioti, a cui si è aggiunto poi Salvo Cilona di “Alternativa 2015”, nella speranza di sbrogliare la matassa ed avere i nomi dei nuovi assessori. Ma Giardina non è riuscito a mettere d’accordo gli alleati, quindi se ne riparlerà in un’ ennesima riunione fissata per lunedì sera.  Il nodo principale da sciogliere rimane la vicesindacatura, contesa da Cilona e D’Agostino. D’Agostino accetterebbe di entrare in Giunta solo da vicesindaco, così come Cilona che aveva ricoperto questa carica nel primo anno di legislatura. Una scelta che rimane nelle mani del primo cittadino. “ Sulle deleghe – precisa Giardina- cercherò un’intesa con i gruppi politici di maggioranza, la vicesindacatura invece è espressione del sindaco e la affiderò ad accordi fatti e siglati”. Nella speranza che nella riunione di lunedì possa essere trovata l’intesa all’interno della maggioranza, la nuova Giunta Giardina, la terza in 24 mesi, potrebbe essere composta da Mario D’Agostino, Salvo Cilona, Pina Raneri, e per “Taormina Futura” Gaetano Carella (o Salvatore Valerioti). Non è escluso, inoltre, che Per “Taormina Futura, decida di entrare in extremis il leader Bruno De Vita. Quella che potrebbe essere l’ultima consultazione prima della nomina della nuova Giunta  è fissata per le 19.30 di lunedì prossimo durante la quale verrà anche presentato un documento programmatico che scioglierà ogni dubbio residuo.

Leave a Response