Roccalumera. Fogna in strada dopo l’acquazzone, botta e risposta tra sindaco e minoranza

ROCCALUMERA- Botta e risposta tra il primo cittadino, Gaetano Argiroffi, e la minoranza sullo sversamento di liquami sul lungomare. L’acquazzone abbattutosi martedì pomeriggio sul versante jonico messinese ha determinato la fuoriuscita di acque nere da un pozzetto della fognatura antistante il cancello d’ingresso del depuratore consortile. La minoranza aveva puntato l’indice contro l’Amministrazione. Immediata la replica del sindaco Argiroffi: “ Già da martedì sera l’ufficio tecnico ha predisposto tutti gli interventi necessari a bloccare la fuoriscita. La minoranza non perde occasione per screditare l’operato della mia Amministrazione, creando inutili allarmismi sganciati dalla verità dei fatti. L’inconveniente – aggiunge il primo cittadino – non è riconducibile alla condotta fognaria di Roccalumera, bensì a quella di Pagliara. Abbiamo chiesto, quindi di intervenire con urgenza. In caso di mancato intervento del Comune collinare- sottolinea Argiroffi- Roccalumera provvederà con intervento diretto sulla condotta addebitando le spese a Pagliara”. Puntuale la controreplica della minoranza. “Giustamente preoccupati- scrivono i consiglieri di opposizione in una nota-  con senso di responsabilità abbiamo contattato l’assessore Cisca il quale ci rassicurava che all’indomani si sarebbe provveduto. Il giorno dopo alle 10, però, perdurava lo sversamento documentato da foto e video pubblicati sui social. Noi abbiamo solo sollecitato la risoluzione di un problema – continua la minoranza -che, per scongiurare rischi igienico-sanitari, andava affrontato tempestivamente da parte degli organi preposti e territorialmente competenti. Nessuna strumentalizzazione, quindi, è stata posta in essere ma si è solo reso un servizio ai cittadini come consiglieri comunali che continuano a ricoprire il proprio ruolo con immutata dignità”.

Leave a Response