Taormina. La nuova Giunta sarà ufficializzata il prossimo 12 giugno

TAORMINA- La nomina della nuova Giunta è in dirittura di arrivo. I nomi degli assessori saranno svelati il prossimo 12 giugno dal sindaco Eligio Giardina. Dopo una fase di incertezza durata quasi due mesi, apertasi con le dimissioni dell’assessore Caruso, si getteranno le basi per ricomporre il quadro politico taorminese. “Mi auguro- ha detto Giardina – che si possa fare un patto di non belligeranza con tutte le forze di opposizione nell’interesse della città che sta attraversando un momento difficile. Da parte mia- continua il primo cittadino-  cercherò di comporre la situazione senza penalizzare, senza premiare e risarcire nessuno”. Una designazione che vede da un lato gli alleati di sempre e dall’altro esponenti del vecchio assetto politico che un anno fa gli hanno voltato le spalle passando all’opposizione. Ma Giardina rassicura: “La Giunta sarà espressione di tutti i gruppi che hanno vinto le elezioni in questa coalizione”. L’attuale amministrazione e gli ex alleati del gruppo “Alternativa 2015” si sono infatti incontrati più volte nei giorni scorso per cercare di ricucire lo strappo di un anno fa. Vittorio Sabato vuole il rientro di Salvo Cilona come vicesindaco. Condicio sine qua non anche per Mario D’Agostino, disposto a fare l’assessore solo da numero due della Giunta. Gli altri posti sembrano essere già assegnati a Pina Raneri e Gaetano Cilona, che potrebbe essere l’unico riconfermato. Si delineano così i giochi di ruolo all’interno della nuova Giunta sarà ufficializzata il prossimo 12 giugno “nel giorno in cui – sottolinea Giardina – ricorrono i due anni dalla mia elezione”. Una nuova partenza, quindi, per il governo cittadino. “Si è conclusa una stagione politica  e deve iniziarne un’altra di pacificazione” ha detto Giardina. Intanto l’ultimo nodo da sciogliere rimane l’attribuzione della carica di vice sindaco. “ Sulle deleghe – precisa Giardina- cercherò un’intesa con i cinque gruppi politici, la sindacatura invece è espressione del sindaco e la affiderò ad accordi fatti e siglati. Non accetterò -ha detto categorico il primo cittadino – pressioni o condizionamenti di alcun tipo”.

Leave a Response